ARTICOLO
anellino sx
anellino dx
pizza fatta in casa acqua e farina impasto

Pizza fatta in casa: 3 errori da non commettere

Pizza fatta in casa: una tradizione tutta nostra

Una delle attività più comuni durante il lockdown era sicuramente cucinare. I fortunati che trovavano il lievito o che, meglio ancora, possedevano il lievito madre, si sono improvvisati, chi più chi meno, fornai e pizzaioli e, con orgoglio, pubblicavano le fotografie sui social. Instagram, Facebook, ma anche gli stati WhatsApp pullulavano di panificati alternati ad arcobaleni e messaggi di speranza.

pizza fatta in casa
pizza fatta in casa

Quindi anche chi non si è mai messo ai fornelli in quel triste e assurdo periodo ha indossato il grembiule e ha provato a impastare. Chi ha seguito ricette dettate al telefono dalla mamma, chi ha guardato tutorial, chi ha letto un po’ in giro e poi ci si è messo, chi è andato a memoria, chi ha preso la ricetta in tv. Questo anche a comprova che la pizza non solo mette tutti d’accordo ma unisce, rassicura, calma, porta un po’ di quella serenità che in quei giorni mancava come, appunto, il lievito nei supermercati.

Ma noi che siamo italiani, noi che simboleggiamo la pizza nel mondo (no, forse è il contrario: è la pizza che simboleggia l’italianità) sappiamo veramente fare la pizza in casa?

Al di là del periodo del lockdown la pizza, essendo un piatto della tradizione gastronomica italiana, fa parte delle pietanze che, da sempre, si preparano in casa.

Come fare una pizza fatta in casa a regola d’arte

pizza fatta in casa
pizza fatta in casa

Ingredienti semplici come acqua e farina, lievito e sale, la farcitura preferita e la pizza ti risolve una serata mettendo tutti d’accordo. La soddisfazione di realizzarla a casa è tanta e può rappresentare un’occasione per coinvolgere grandi e piccini.

Non è difficile preparare la pizza fatta in casa, ma non è certo semplice ottenere un risultato pari o simile a quello che si trova in pizzeria. Questo perché spesso si commettono degli errori piuttosto comuni e diffusi: dalla scelta della farina sbagliata, alla lievitazione fatta di fretta, alla farcitura. Vediamo nel dettaglio gli errori da evitare quando si fa la pizza in casa.

La scelta della farina: se sbagli non viene come vorresti

Per ottenere una buona pizza occorre in primis usare dei buoni ingredienti: la farina prima di tutto che deve avere l’adeguato tenore proteico volto a ottenere un impasto elastico.
Per verificare il contenuto proteico è sufficiente controllare la tabella dei valori nutrizionali indicati nella confezione di farina. Se si desidera ottenere una pizza sottile e croccante il tenore proteico deve essere compreso tra l’10% e il 11,5%. Se, invece, si preferisce una pizza più alta e soffice è bene orientarsi per una farina con proteine comprese tra l’11,5 ed il 14%. Le farine più facili da impastare sono quelle bianche (0 e 00) mentre quelle più scure (tipo 1, 2 ed integrali) necessitano di maggiore attenzione.

Impasto e lievitazione: dai tempo al tempo e copri bene tutto

Nella preparazione dell’impasto è bene seguire la procedura corretta come si farebbe in un rituale di magia: quindi si inserisce prima il lievito e poi il sale, in quanto il sale rallenta la lievitazione.

L’importanza della lievitazione è cosa ben nota. L’impasto deve lievitare anche alla temperatura adeguata. È sempre preferibile ridurre la quantità di lievito e optare per lievitazioni lunghe, anche oltre le 24 ore, in tal modo si otterrà una pizza leggera e digeribile. Bisogna inoltre sempre coprire l’impasto che va tenuto in appositi contenitori.

La farcitura e la cottura: non tutto subito e prepara per tempo il forno

La farcitura non va posta subito sull’impasto in quanto grava con il suo peso, è pertanto consigliabile attendere il tempo necessario. Nella prima cottura si aggiunge il pomodoro e dopo alcuni minuti la mozzarella. È inoltre opportuno non usare farciture troppo annacquate o unte. Quindi anche la mozzarella va fatta riposare così che possa rilasciare l’acqua in eccesso. Il forno va adeguatamente riscaldato, è bene accenderlo alla massima temperatura almeno 30 minuti prima. La pizza necessita di una temperatura costante a oltre 230/250 gradi.

Evitando questi errori comuni otterrete una pizza fatta in casa gustosa come quella in pizzeria (o quasi). Per la perfezione ci siamo noi che ve la portiamo!

Consigli per i conterranei di La Spezia e Sarzana

Se siete amanti della pizza e vivete a Sarzana o a La Spezia, sapete quanto possa essere difficile preparare una pizza perfetta a casa. Preparare gli ingredienti, lavorare l’impasto, farcire la pizza e infornarla richiede tempo e fatica. E poi c’è anche da pulire la cucina. Ma se vi dicessimo che potete avere una pizza deliziosa e calda senza dover fare tutta questa fatica? Con la pizza a domicilio potete gustare la vostra pizza preferita senza dover uscire di casa.

Ordinare una pizza a domicilio vi offre la comodità di avere una cena gustosa e conveniente senza dover fare alcuno sforzo. Potete scegliere la vostra pizzeria preferita a Sarzana o La Spezia e ordinare la vostra pizza preferita comodamente da casa. Non dovrete preoccuparvi di perdere tempo per recarvi al ristorante o di avere a che fare con la folla. Con la consegna a domicilio, la pizza arriva direttamente a casa vostra, calda e deliziosa.

La consegna della pizza a domicilio non solo vi fa risparmiare tempo e stress, ma vi dà anche la possibilità di godervi una serata gustosa e rilassante. Non dovrete preoccuparvi delle incombenze in cucina e potrete gustare una cena deliziosa senza doverla cucinare voi stessi. Scegliete la vostra pizzeria preferita a Sarzana o La Spezia e ordinate la pizza a domicilio per godere della qualità e della convenienza che cercate. La pizza a domicilio è la soluzione perfetta per una cena veloce e gustosa, risparmiando tempo e fatica senza rinunciare alla qualità.

Riproduzione riservata ®

Conosci la LISTA VIP?

Inserisci il tuo numero di telefono per ricevere su WhatsApp il MENU COMPLETO con le PIZZE VIP e attivare i 6 bonus omaggio QUA SOTTO